Il Concilio Vaticano II e i Papi

Nei 70 anni della Repubblica hanno rivestito una importanza fondamentale i papi che si sono succeduti. Papa Giovanni XXIII e il Concilio che ha segnato il rinnovamento delle Chiesa cattolica in tutto il mondo e il suo contributo per la pace nel mondo. Paolo VI e il suo appello al cuore dei rapitori di Moro perché lo liberassimo emblema di un epoca in cui la testimonianza di una bellezza disarmata è lo strumento per opporsi alla violenza cieca. Papa Benedetto XVI che in quest’ottica suggerisce di opporsi alla guerra non con l’istintiva voglia di vendicarsi ma imitando la pazienza di Dio che sa aspettare e scommette sul cambiamento delle anime, colpite da qualcosa di vero. Papa Francesco che propone lo strumento di un dialogo tra chi è diverso, tanto più efficace quanto più un uomo vive una certezza affettiva che lo apre all’altro, anche quando questo altro non è aperto a lui.