Giulio Sapelli

giulio-sapelliGiulio Sapelli è nato a Torino nel 1947 dove si è laureato in Storia economica nel 1971 e ha conseguito la specializzazione in Ergonomia nel 1972.

Nel 1972 ha studiato presso l’Institut für Weltwirtschaft di Kiel e ha insegnato e svolto attività di ricerca presso la London School of Economics and Political Science dal 1992 al 1993 e dal 1995 al 1996, nonché presso l’Università Autonoma di Barcellona dal 1988 al 1989 e l’Università di Buenos Aires dal 1993 al 1997.

È stato ripetutamente Directeur d’études presso L’École des hautes études en sciences sociales di Parigi (1981-1983, 1986-1987, 1991-1992, 1994-1995).

Ha svolto attività di ricerca e di consulenza per le fondazioni Onassis, Schlumberger, Goulbenkian e l’Eric Remarque Institute.

È stato fellow dell’Università Europea di Fiesole e della Fondazione Gulbenkian di Lisbona e visiting professor presso le università di Praga, Berlino, Buenos Aires, Santiago del Cile, Rosario, Quito, Barcellona, Madrid, Lione, Vienna, South California, Wollongong/Sidney, New South Wales (Australia), New York.

È attualmente professore ordinario di Storia Economica presso l’Università degli Studi di Milano, dove insegna anche Economia Politica.

Nel corso degli studi e immediatamente dopo la laurea ha lavorato presso gli uffici studi della Cassa di Risparmio di Torino e dell’Olivetti S.p.A. Per l’Olivetti S.p.A., in seguito, ha adempiuto a compiti di ricerca economica, di direzione e di formazione del personale e del management di ogni livello, prima in modo pressoché esclusivo, poi in forma consulenziale. Dal 1975 al 1981 ha lavorato presso lo IAFE, il centro di formazione e di ricerca manageriale dell’ENI e poi, dal 1982 al 1987, più saltuariamente, presso l’ELEA, il centro di formazione e di ricerca manageriale dell’Olivetti. Ha svolto attività di consulenza direzionale, formativa e di ricerca presso l’ISVOR FIAT, la Galbani Italia, il gruppo SBN, il Credito Emiliano, Telecom, Tim, l’AGIP Petroli, FS S.p.A., Finmeccanica, Barilla, adempiendo anche a ruoli di diretta responsabilità di orientamento e di intervento nei settori delle politiche del personale, delle relazioni interne, della comunicazione interna, della realizzazione dei programmi relativi alla redazione e all’implementazione dei “codici etici”, degli studi e delle ricerche. Nel 2005 ha fatto parte del Comitato per la riforma del sistema di controllo interno dell’ENI per ottemperare ai dettati del Sarbanex-Oxley Act. Dal 1978 al 1991 ha fatto parte del Comitato Scientifico dell’ISVET (l’Istituto di ricerca del gruppo Eni), dal 1984 al 1993 del Comitato Scientifico e di Indirizzo della Federmeccanica, dal 1989 al 1996 del Comitato Tecnico Scientifico dell’Istituto Luigi Luzzatti e della Direzione Generale per l’impresa e il movimento cooperativo del Ministero del Lavoro, dal 1987 al 1997 ha fatto parte del Comitato Direttivo della Fondazione Adriano Olivetti e dal 1995 fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Ugo Spirito. Dal 2001 fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Giulio Pastore e nel 2005 è stato tra i fondatori ed è tra i componenti del Comitato Scientifico della Fondazione Enzo Tarantelli.

Dal 1980 al 2002 è stato Direttore Della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Dal 1992 al 2010 è stato Presidente del Centro di storia e studi sull’impresa e sull’innovazione, poi Centro per la cultura d’impresa, presso la Camera di Commercio di Milano. Dal 2010 è Presidente del suo Comitato Scientifico

Dal 1993 al 1995 è stato il rappresentante italiano di Trasparency International,

Dal 1994 è ricercatore emerito presso la Fondazione ENI Enrico Mattei, di cui è Consigliere di Amministrazione dal 1996.

Dal 1996 al 2003 è stato Consigliere di Amministrazione dell’ENI e componente dell’Audit Committee del gruppo.

Dal 2000 al 2004 è stato Consigliere di Amministrazione di FS holding e Presidente dell’Audit Committee del gruppo.

Dal 2000 al 2001 è stato Presidente della Fondazione del Monte dei Paschi di Siena nominato dal Ministero del Tesoro.

Dal 2002 al 2014 è stato tra i componenti del Wordl Oil Council.

Dal 2002 al 2005 è stato Presidente di META S.p.A.

Dal 2003 al 2010 è stato componente dell’International Board dell’OCSE per il no profit.

Dal 2002 al 2009 è stato componente del CdA di Unicredit Banca d’Impresa e Presidente dell’Audit Committee e del Comitato di Controllo della Legge 231.

Dal 2003 al 2010 è stato Presidente di SR Investment Group (SGR del gruppo Unicredito).

Dal 2006 al 2011 è stato Consigliere di Amministrazione di Snaidero S.p.A.

Dal 2006 al 2007 è stato Presidente di ASAM S.p.A.

Dal 2006 al 2012 è stato Presidente di ARGIS – not for profit.

Dal 2008 è consigliere d’amministrazione della Fondazione Museo Poldi Pezzoli.

Fonte: Sito Giulio Sapelli


|   torna indietro   |