Il livello di vita in Italia

Il livello di vita in Italia

“Nel 1947 lo stipendio annuo lordo di un direttore generale dello Stato è di 788.146 lire, quello di un commesso di 332.071.Dieci sigarette si pagano 45 lire, un paio di scarpe 4.638 lire, un giornale costa 9 lire, un chilo di pane 88, uno di pasta 151, uno di zucchero 382. Sicché un commesso, con le sue 332.071 lire lorde l’anno, può far conto su 27.670 lire al mese, cioè 925 al giorno: se compra un chilo di zucchero, uno di pasta e uno di pane gliene restano, per sè e per la famiglia, 304 con cui provvedere a tutto il resto, compresi i minuti piaceri. Anzi, nemmeno 304, perché sono al lordo e al netto chissà. Come si vede, il boom è lontano, per adesso prevale l’antica, rassegnata arte nazionale di arrangiarsi”

(S. Bertoldi, Dopoguerra, Rizzoli)